Efficienza Digitale: Italia VS Regno Unito

Efficienza Digitale: Italia VS Regno Unito

Le imprese italiane stanno crescendo con un passo sempre più spedito rispetto al mercato europeo, ma secondo l’Indice di Efficienza Digitale serve molto più impegno per sfruttare al meglio il potenziale delle iniziative digitali.

Il campo su cui si disputa la partita più importante a livello di competitività è sicuramente il settore tecnologico, grazie al piano di Governo denominato Industria 4.0, che ha previsto incentivi fiscali per chi investe nell’innovazione tecnologica e punta sull’aumento della banda larga in tutta la penisola.

Negli ultimi anni si è registrata un’accelerazione dello sviluppo per le imprese che dal tech stanno velocemente migrando al fintech, ovvero quelle realtà digitali legate alla finanza, un settore che nel Regno Unito ha già raggiunto un giro d’affari di 20 miliardi di sterline.

In Italia questo scenario sta portando velocemente a ripensare a tutte quelle dinamiche legate ad un settore ipertradizionale come quello bancario, con la realizzazione di un’offerta mirata ai nuovi servizi digitali, soprattutto nell’ambito dei pagamenti.

Ma il vero salto da parte delle imprese italiane c’è stato grazie all’industria dei vari passatempi d’intrattenimento su Internet, che sta raggiungendo livelli impensabili, non solo dal punto di vista tecnico, con immagini e animazioni di roulette, mazzi di carte e fiches ad alta definizione e prestazioni sonore di altissima qualità, ma anche per tutta quella parte di sviluppo legata all’interazione con l’utente, un esempio su tutti le croupier virtuali.

La sempre maggiore portata e l’interesse di giocatori in tutto il mondo per questo tipo di svaghi, che coinvolgono il proprio pubblico con esperienze sempre più coinvolgenti e reali, integrando anche elementi di live stream e di intelligenza artificiale, ha portato molte aziende di sviluppo ad aumentare i loro investimenti, presentando al mercato prodotti legati al divertimento di stampo unico, iper-realistici ed emozionanti, dove il giocatore può entrare a far parte di una comunità molto attiva di altri appassionati che condividono la passione per i tavoli verdi.

Non solo tecnologia ma anche competenza

Se pensiamo al Regno Unito, con condizioni legislative e di mercato che vanno incontro alle start up, si può comprendere la difficoltà riscontrata in passato dalle aziende italiane nel superare quella soglia di sviluppo necessaria per fare un salto competitivo significativo rispetto al resto d’Europa.

La vera forza nel modello inglese è da ritrovare nella capacità di realizzare una forte rete di conoscenze ed esperienze, che supportano le nuove realtà imprenditoriali fino alla presentazione di un prodotto completo e vendibile sul mercato.

Il 2017 però per l’Italia si è chiuso con una bella sorpresa, che ci rende orgogliosi e ottimisti sul futuro del tech, riguardante proprio le imprese digitali del Sud, soprattutto Puglia, Campania e Sicilia, che hanno registrato la maggior crescita a livello tecnologico, grazie all’erogazione di una serie di servizi quali la produzione di software e di consulenza informatica, l’elaborazione dati, l’hosting, i portali web, il software editing e molte altre attività connesse alle telecomunicazioni e il commercio al dettaglio attraverso la rete.

La strada per avvicinarsi anche di poco alla Silicon Valley è senza dubbio ancora lunga, ma l’Italia sembra aver capito quale direzione intraprendere per attrarre una clientela non solo europea ma anche internazionale, favorendo un incremento qualitativo e quantitativo di nuove aziende digitali, che porterà alla conseguente crescita della domanda di figure professionali in possesso di competenze digitali approfondite nei prossimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi