Perchè è consigliato mangiare i finocchi

Perchè è consigliato mangiare i finocchi

Disponibili da novembre, i finocchi hanno un apporto calorico di appena 15 calorie per 100 grammi e sono ricchissimi di acqua e fibre (rispettivamente 90% e 3%), potassio, calcio, fosforo, selenio, magnesio, zinco; mangiarli ha quindi un effetto ri-mineralizzante e rinforzante. Ma i finocchi contengono anche vitamine, come la A, la C, è antiossidanti con effetto anti-age come la quercetina, che contrasta l’effetto infiammatorio dei radicali liberi e potenzia il sistema immunitario aiutando a prevenire i malanni virali da raffreddamento.

Mangiare finocchi è particolarmente consigliato in caso di malattie infiammatorie dell’intestino, di crampi allo stomaco e di meteorismo, di gastrite e bruciore di stomaco e, in generale, di dispepsia. Questi ortaggi riducono infatti la produzione di gas intestinali sgonfiando la pancia, combattono la stitichezza e stimolano in modo naturale la diuresi aiutandoci a contrastare ritenzione idrica e tendenza alla cellulite. Non solo, i finocchi svolgono anche una funzione epatostimolante e depurativa del sangue, pertanto sono eccellenti per sgrassare, come contorno light, un pranzo ricco di grassi.

Li si può mangiare sia crudi che cotti, secondo innumerevoli ricette: al forno o in padella, in insalata, come ingrediente in profumati bordi vegetali (in questo caso non scordate di adoperare anche le “barbe”). Mangiarne uno crudo come spuntino spezza fame, combatte l’alitosi e mantiene pulita e sana la bocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi