Il riciclo nella moda e nel design come stile di vita green

Il riciclo nella moda e nel design come stile di vita green

Riciclo è l’imperativo di oggi giorno. Basta con il consumo sfrenato, l’usa e getta. Grazie al nuovo stile di vita green tutto ha una seconda o terza vita. In questo nuovo modo di vedere le cose, trovano spazio anche la moda e il design.

Ecco, quindi, che anche l’alta moda, il mondo fashion per eccellenza, si dedica al riciclo dei materiali di scarto.

Ethical fashion e grandi brand

La prima grande interprete di questo ruolo, spesso dimenticato dagli stilisti, è Ilaria Venturini Fendi che, dopo aver militato per anni nella maison di famiglia, ha deciso di affinare la sua sensibilità per le cause ecologiche e umanitarie. Proprio da questa sua nuova consapevolezza è nato il marchio  Carmina Campus, un progetto che dal 2006 si occupa di ethical fashion. L’intento è quello del recupero del materiale dimenticato o povero  per riportarlo in auge grazie alla maestria di artigiani italiani.

Riciclo fai da te

Anche nel nostro vivere quotidiano, però, possiamo tornare alla filosofia del recupero e, con un po’ di creatività, tornare a dar vita a quello che sembrava inutilizzabile. Molti esempi di recupero o riciclo li possiamo trovare su www.NaturalMania.it che offre spunti e idee su come risparmiare in modo innovativo.

Chi non si è mai trovato con un paio di jeans inutilizzabili perché stretti, larghi, fuori moda o rovinati?  Sono tanti gli spunti che si possono trovare per creare qualcosa di innovativo e diverso. Se sono stretti si possono allargare con altri tessuti in modo da creare dei contrasti, oppure trasformarli in gonne fantasiose, aggiungendo degli spicchi fiorati. Non volete più indossare jeans? Non è un problema, potete trasformarli in borse molto comode visto che sono muniti di diverse tasche oppure in meravigliosi cuscini dal design country.

Cosa fare di una vecchia camicia?

Spesso le camice hanno il grosso difetto di rovinarsi nei polsini e nei colletti. Una volta, quelle da uomo, venivano vendute con i ricambi, ma oggi tutto è fatto per essere gettato, ma con un po’ di fantasia si possono trasformare in qualcosa di molto comodo e fresco. Si può eliminare l’abbottonatura, facendone una falsa, sostituire i polsini e il colletto con una stoffa a fantasia, magari rigata o a pois oppure a piccoli fiorellini. Il bordino del taschino e la battuta della finta abbottonatura con la stessa fantasia e avrete creato una camicia nuova e fresca.

Se proprio non volete più utilizzare quella camicia, senza troppo lavoro, potrete trasformarla in una simpatica fodera per cuscino.

Come trasformare un vestito vecchio

Un abito passato di moda, non è un abito da gettare. Bastano pochi accorgimenti per trasformarlo in qualcosa di moderno. Sempre utilizzando pezzi di tessuto di fantasia o colore diverso si può ridare vita nuova. Si possono abbinare anche tessuti di varia consistenza, come lino e seta o cotone grezzo e cotone a maglia. Anche riciclando due abiti diversi può nascere qualcosa di nuovo.

Vecchi abiti per una casa nuova

Vestiti vecchi e casa nuova, è possibile? Certo, tutto quello che non si utilizza più per abbigliamento può essere trasformato in fantasiose coperte, tende, tovaglie, copri cuscini o tappeti. Tutti i tessuti possono dare vita nuova a qualcosa di diverso da quello a cui erano stati destinati e tutto contribuisce ad uno stile di vita green.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi