Uva per la dieta dopo le festività

Uva per la dieta dopo le festività

Aiuta a depurare l’organismo e a riprendere il ritmo della vita di tutti i giorni.

Una dieta a base di uva consente di depurare l’organismo, contrastare la ritenzione idrica e combattere la stipsi e la cellulite. E’ una dieta particolarmente indicata al rientro da vacanze estive o da vacanze natalizie in località esotiche, quando l’organismo ha bisogno di riabituarsi ai ritmi cittadini e lavorativi

Ricca di vitamine (A, C e PP), di potassio, magnesio, iodio e ferro, di sali minerali e preziosi antiossidanti (l’acido tartarico, i polifenoli e il resveratrolo), l’uva è un ottimo ingrediente per qualsiasi pasto della giornata. Di seguito alcuni esempi.

Prima colazione: due fette biscottate con la marmellata di uva oppure cereali con latte semiscremato, succo d’uva, caffè d’orzo.

Spuntino mattina: un pezzo di schiacciatina dolce.

Pranzo: fusilli (50 g) alla ricotta, prosciutto cotto con uva mista, insalata verde; orecchiette alle cime di rapa con uva nera. Coniglio all’uva o carpaccio di manzo con rucola e uva bianca

Spuntino pomeriggio: un grappolino di uva rossa o bianca fresca.

Cena: crema tiepida di spinaci, sogliola al vino bianco, insalata verde, una pera

L’apporto calorico dell’uva è molto limitato: circa 60 calorie per 100 grammi. L’80% del frutto è infatti composto da sola acqua, un 15% da carboidrati e la restante parte da sali minerali e vitamine.

Insieme all’uva, è bene assumere almeno 2 litri d’acqua: aiuta il processo di depurazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi